Portus. Il Porto imperiale di Roma

019 (600 x 448)

Nei pressi di Fiumicino, non lontano dall’Aeroporto internazionale di Roma, sorge uno straordinario complesso archeologico identificato come i porti imperiali di Claudio e Traiano. Due strutture affascinanti e complesse, costruite per sopperire all’ormai inadeguatezza del porto di Ostia Antica.

Il porto di Claudio oggi in parte seppellito dall’aeroporto, nei pressi del Museo delle Navi (chiuso al pubblico), contava un bacino navale di 150 ca ettari di invaso, secondo le ultime stime degli archeologi e costruito dall’imperatore contravvenendo a tutti i pareri avversi degli esperti a causa del terreno alluvionale e dei detriti della foce del Tevere trascinati dalle correnti da meridione.

Dopo appena cinquant’anni dalla sua costruzione, il fallimento dell’impianto richiese una nuova e più sicura progettazione del porto di Roma.

Il nuovo impianto marittimo, inaugurato nel 112 d. Cr. con il titolo di Portus Traiani  riutilizzò alcuni degli elementi del porto di Claudio, ma aveva nel suo fulcro il monumentale bacino esagonale, che a tutt’oggi è ancora perfettamente conservato, e destinato a diventare il porto più importante di tutto il Mediterraneo!

Scopriamolo insieme…

 Informazioni di visita:

Data: 15 maggio 2016

Appuntamento: alle ore 10:10, presso il Museo delle Navi, Fiumicino Aeroporto. Parcheggiare allo slargo interno del museo.

Inizio visita: ore 10:30 ca.

Durata di visita: 2 ore 1/2  – 3  ore ca.

Biglietto di ingresso: Non previsto

Visita guidata: € 10.00 comprensivo di auricolari (i bambini al di sotto dei 10 anni non pagano la visita, dagli 11 ai 18 anni la visita è di € 6.00 + € 1.50 per l’auricolare)

Indirizzo: via Alessandro Guidoni, 37 Fiumicino Aeroporto (l’itinerario più semplice per raggiungere il museo è la Roma – Fiumicino, nei pressi dell’aeroporto seguire le indicazioni Ostia – Fiumicino e girare a sinistra alla prima rotatoria.

Sulla destra, come riferimento il monumento in marmo ai caduti di Kindu, proseguire per via Guidoni, sulla destra, il museo, entrare all’interno e parcheggiare)

N.B. Si consigliano abbigliamento e scarpe comode e sportive, un cappellino per il sole all’occorrenza, un prodotto repellente per zanzare o insetti, un solare, una bottiglia d’acqua. bagni all’ingresso dell’Area archeologica

N.B. La visita è particolarmente adatta per un pubblico amante della natura, delle camminate, e delle aree archeologiche immerse nel verde e nella pace. Possibilità di scatto per gli appassionati di fotografia.

Archeotrekking  in pianura.

La visita sarà attivata con un minimo di 15 partecipanti, sarà nostra cura avvertire via mail o sms qualora la visita non avrà luogo

In caso di pioggia la visita sarà annullata

 

Questa voce è stata pubblicata in Fuori porta. Contrassegna il permalink.

Richiedi subito maggiori Informazioni

Tel. 338.5832371


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio (richiesto)

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali

Pagina Facebook