La Villa di Livia a Prima Porta

BodyPart (2) (600 x 400)Riapre al pubblico dopo un attento restauro, la Villa di Livia, moglie dell’Imperatore Augusto, nella località di Prima Porta, sulla via Flaminia.

L’evento, di grande eco, rientra nelle celebrazioni del bimillenario della morte del primo imperatore e non poteva non coinvolgere un sito archeologico così prezioso ed insigne, ma anche di cotanta bellezza, che merita di essere conosciuto per la sua importanza e rilevanza.

Residenza di ozio e di delizie che la moglie di Augusto, Livia, sembra avesse portato in dote e poi rimasta come Bene imperiale nel corso del tempo.

Dedicata evidentemente anche a residenza rustica, sorge tutt’oggi su un pianoro naturale, sistemato già in antico per ospitare la sontuosa dimora, che affacciava, in veduta panoramica, sulla Valle del Tevere, attraversata dal fondamentale asse viario della Flaminia.

Questa posizione strategica, ancora oggi permette di immaginare uno scenario che già  in passato deve aver colmato lo sguardo dei benificiari di questi paradisiaci spazi.

Restaurato il piccolo ma pregiato Antiquarium nel quale sono esposti pezzi straordinari provenienti dalla Villa.

Ricreato idealmente l’antico Lauretum (boschetto di allori) con 64 piante di alloro alte 3 metri e contenute in grandi olle d’argilla realizzate appositamente. Dovevano decorare in una sorta di giardino pensile, una delle aree all’aperto più ampie della villa se non la più ampia.

Il “quartiere” residenziale della villa rimase praticamente immutato nel corso dei secoli se non per limitate ridipinture successive, mentre il complesso termale presente appartiene all’epoca Flavia.

Ricordiamo l’interessante sala ipogea resa famosa per gli splendidi affreschi rappresentanti la cosidetta pittura a giardino, conservati pressocchè intatti e in sede a Palazzo Massimo.

Pitture raffinate che ritornano al loro antico splendore, mosaici di tessere minute, ripuliti e splendenti in grado di raccontarci il lusso, lo sfarzo, che doveva deliziare tutti i sensi di quegli uomini che fecero grande Roma e che sapevano godersi profondamente i piaceri più autentici della vita…

Scopriamo queste meraviglie insieme…

Informazioni di visita:

Data: Domenica 5 sottobre 2014,

Appuntamento: ore 10.00, in piazza Saxa Rubra a Prima Porta davanti il ristorante “Grotte di Livia” nei pressi dell’ingresso della villa, sulla piazza e nei dintorni possibilità di parcheggio.

Inizio visita: L’inizio della visita è previsto 30 minuti ca. dopo l’orario di appuntamento, permettendoci di svolgere le consuetudinarie pratiche dell’accoglienza

Durata di visita: 2 ore ca.

Visita guidata: € 10.00

Indirizzo: via della Villa di Livia, Prima Porta (Rm)

N.B. La visita è a numero chiuso così come stabilito dalla Soprintendenza Speciale per i Beni archeologici di Roma, riservata ad  un massimo di 20 partecipanti

Il sito è raggiungibile con i mezzi pubblici da Roma, Piazzale Flaminio, Ferrovie Roma Nord, treni urbani, fermata Prima Porta  (per raggiungere piazza Saxa Rubbra sarà sufficiente dalla stazione prendere via della stazione di Prima Porta)

Con l’automobile da Roma via Flaminia, direzione Prima Porta, Cimitero uscire alla diramazione sulla destra via Tiberina, uscita prima del cimitero.

Si consigliano scarpe ed abbigliamento comodo e sportivo

Per gli appassionati di fotografia possibilità di scatto…

Questa voce è stata pubblicata in Fuori porta. Contrassegna il permalink.

Richiedi subito maggiori Informazioni

Tel. 338.5832371


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio (richiesto)

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali

Pagina Facebook